NASCE IL “DISTRETTO CULTURALE DELLA MAGNA GRECIA”

Nasce il primo accordo di rete interegionale (Puglia, Calabria e Basilicata) per la valorizzazione dei beni culturali, ambientali del Mezzogiorno d’Italia.
La valorizzazione della Cultura e dei Beni Culturali parte dal “Bene” stesso, senza di esso non ci potrebbe essere Cultura né, tantomeno, Turismo. Recuperiamo, con un’azione integrata, il Patrimonio Culturale materiale e immateriale del Meridione d’Italia. Noi siamo solo i promotori e i coordinatori, attori lo saremo tutti.

I PROMOTORI:

Responsabile Regione Puglia
SOC. COOP. POLISVILUPPO A.R.L – Servizi per l’Archeologia e i Beni Culturali ed Ambientali. La Soc. Coop. Polisviluppo nasce nell’anno 2005, con finalità puramente scientifiche, dedicandosi alla ricerca e studio storico-archeologico del territorio. Da subito la Polisviluppo si specializza nel settore della salvaguardia, recupero e valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale territoriale.Negli anni si è prodigata in progetti di recupero e piani di gestione di siti di particolare interesse storico-culturale, rilanciando aree archeologiche in stato di abbandono e degrado. Le nostre attività di scavo e di sorveglianza archeologica hanno sempre a monte studi ed indagini preventive, che mirano a tutelare innanzitutto il patrimonio ancora nascosto. Da anni la Polisviluppo si è specializzata nella didattica, divenendo la prima realtà territoriale ad occuparsi di archeologia sperimentale, attraverso la creazione di laboratori e percorsi formativi che mirano allo sviluppo di etica e senso civico legati ai beni culturali ed ambientali.

Responsabile Regione Basilicata
La Soc. Coop. ARCHEOART a.r.l. viene costituita nel 1997 con l’intento di studiare, valorizzare e promuovere il patrimonio storico-archeologico e demo-etno-antropologico della Basilicata. Si occupa di progetti di ricerca in ambito artistico e archeologico, laboratori di archeologia sperimentale ed etnografia, visite didattiche presso musei, parchi archeologici e centri storici della Basilicata ionica; Arteterapia e archeologia sperimentale per soggetti affetti da disagio fisico/sociale. In ambito didattico cura percorsi formativi e stage di arte, storia e archeologia presso enti privati e scuole di ogni ordine e grado. Pubblica i progetti realizzati su riviste didattico-scientifiche, nazionali ed internazionali.

Responsabile Regione Calabria
ITINERARIA BRUTTII onlus è nata nel 2004 come associazione no-profit conforme ai requisiti della legge 460/97 in base alla quale è iscritta all’albo regionale delle onlus della Regione Calabria dal 2006 ed è stata ammessa con decreto n. 12346 del 03.10.2011 nell’elenco delle associazioni di qualità riconosciute dalla Regione Calabria a seguito dell’aggiornamento del Registro degli organismi operanti nel campo della Promozione Culturale ai sensi della L. 16/85 e succ. (BURC parte III, anno XLII n. 48 del 02.12.2011).

Annunci

Tarantiadi.. all’archeoparco cifre a tre zeri

Fonte Nuovo Quotidiano di Puglia, 19 agosto 2014:
Articolo di Francesca RANA

Affascinare sull’Archeologia della Magna Grecia seguendo una impercettibile, eppure sostanziale, scia di divulgazione ludica e scientifica, rievocazione o ricerca, sul campo o in un convegno. Taras è ricca di testimonianze, emerse, sommerse, sotterranee, studiate, immaginate. Chi ha vissuto nel mito della capitale della Megale Hellas, oggi inventa le “Tarantiadi” all’Archeogiochi del Parco Archeologico di Saturo. Chi continua a confrontarsi, ormai è alla vigilia del più importante Convegno di Studi sul tema. Cultura è questo, in diverse forme e situazioni, con lo stesso obiettivo. La prima edizione delle “Tarantiadi: Echi ed Agoni dalla Grecia Antica”, si è svolta il 12 e 17 agosto. Consisteva nel rievocare rituali dei giochi nati ad Olimpia nel 776 a.C, sfidarsi in vere e proprie gare, tra grandi e piccoli, coinvolgere gli spettatori, inserire in sottofondo musiche greche attinenti, indossare vesti ispirate.
Il vento del Dio Eolo non è riuscito a fermare il rito propiziatorio apotropaico contro il maligno, o la danza pirrica dei guerrieri, nelle Panatenee di Atene o nelle Gimnopedie di Sparta. E se non si partecipava alle competizioni, si lavorava l’argilla, creando le maschere della tragedia o delle commedie, meduse e satiri. Continua a leggere